Schio. Tron e Zanella, un ponte di collegamento coperto che migliora gli spostamenti

I Licei Tron e Zanella sono un unico istituto superiore non più solo “sulla carta”, ma anche nelle strutture grazie al collegamento realizzato dalla Provincia di Vicenza, proprietaria degli edifici scolastici.

Un ponte coperto che questa mattina è stato consegnato a studenti, docenti e personale scolastico. Una struttura dal forte significato simbolico oltre che pratico, tanto che alla cerimonia di inaugurazione hanno presenziato il consigliere provinciale con delega all’edilizia scolastica, il sindaco di Schio e l’assessore all’istruzione, la provveditore. A fare gli onori di casa il dirigente scolastico.

Il ponte di collegamento è costato, tra progettazione e lavori, 235.000 euro a carico della Provincia. A realizzare i lavori la ditta “Michelon Aurelio di Michelon Denis” di Fara Vicentino.

“L’obiettivo -ha sottolineato il consigliere provinciale- è di rendere maggiormente efficiente la logistica tra i due edifici, considerato che gli istituti hanno un’unica direzione e uffici amministrativi e didattici in comune. Il collegamento coperto permette spostamenti celeri e in sicurezza, al riparo dalle intemperie in particolare nella stagione fredda. Questo intervento è segno dell’attenzione che la Provincia di Vicenza riserva alle scuole, come dimostrano i tanti cantieri attivi e in partenza negli edifici scolastici di competenza.”

E come testimonia la cittadella degli studi di Schio, un angolo di Città dedicato ai giovani e alla loro istruzione, ma non solo, grazie anche al Faber Box. “E presto grazie anche alla nuova palestra -ha sottolineato il sindaco- realizzata da Provincia e Comune e fortemente voluta dalle scuole e dalla Città. Siamo ormai a fine lavori, ci auguriamo di poterla aprire entro fine anno e metterla già a disposizione mentre proseguiranno i lavori di finitura”.

Un plauso a dirigente e docenti è arrivato dal provveditore: “il ponte tra scuole va costruito giorno per giorno e oggi questa struttura unisce un istituto che già cresce unito nell’organizzazione e nella didattica, con due licei che hanno ognuno una storia e caratteristiche proprie, ma che uniscono competenze e buone prassi per fare ancora di più. Un ottimo insegnamento per i ragazzi e un buon auspicio nella logica delle cittadelle degli studi.”

Dal punto di vista edilizio, la nuova edificazione è stata collegata al fabbricato ospitante il liceo Zanella e completamente indipendente dal punto di vista strutturale rispetto al fabbricato ospitante il liceo Tron. Ha un cappotto esterno dello spessore di 12 cm sulle pareti verticali e sul solaio primo impalcato, mentre il solaio di copertura è termicamente isolato con lastre di poliestere sempre di 12 cm di spessore.

serramenti esterni hanno telaio in alluminio a taglio termico e hanno vetrate stratificate antisfondamento ad alta efficienza termica. Il riscaldamento è garantito da ventil-convettori elettrici a soffitto.

E’ stata sistemata anche l’area esterna, con percorsi in calcestruzzo drenante ed ecosostenibile e nuovo tappeto erboso.

A completamento dell’opera verranno a breve realizzati due corrimani a 70 e 90 cm di altezza.

I lavori di costruzione del ponte sono stati occasione per altri interventi di cui l’istituto Tron Zanella necessitava. Nell’ambito dello stesso appalto è stato realizzato il cappotto termoisolante sulle pareti esterne, sia verticali che orizzontali, dell’aula magna del liceo Tron, mentre nel periodo estivo si è provveduto con il servizio Global-service della Provincia alla riqualificazione dei servizi igienici degli alunni (piano rialzato e primo) e docenti (piano primo), sempre nell’edificio del liceo Tron.

Articolo pubblicato su https://www.altovicentinonline.it/

Condividi su:

Top